Finiti i lavori nell’area monumentale del cimitero, ora anche un percorso sui punti storici con schede e Qr code

IMOLA
Ieri cerimonia per la conclusione del primo lotto di lavori di restauro dell’area monumentale del cimitero del Piratello presso, il Famedio, che custodisce le spoglie di personaggi illustri della città. Una cerimonia un po’ inusuale, visto il luogo, ma che giunge a conclusione di un intervento complesso e articolato che ha richiesto una lunga gestazione anche per reperire le risorse necessarie. Tra l’altro, è

Gli interventi compiuti in questi ultimi quattro anni hanno comportato un investimento a carico del Comune pari a 2 milioni 145.000 e sono consistiti in lavori di restauro e consolidamento strutturale di parte del recinto delle arcate denominate Gran Campo, risalenti ai primi decenni dell’ottocento; in lavori di manutenzione straordinaria delle coperture dei gruppi P-L-H e di manutenzione per migliorare la fruibilità e accessibilità del cimitero. Sono stati inoltre completati interventi di restauro e messa in sicurezza di altre parti storiche (colombari, ossari, lapidi) compresi i lavori di restauro delle vetrate artistiche rilegate a piombo risalenti al 1934 (a firma Piatesi). Infine, ma non certo da ultimo, sono stati adeguati gli accessi interni, con una nuova rampa ad eliminazione delle barriere architettoniche per l’ingresso alla parte nuova ed è stato realizzato un “Giardino delle Rimembranze”, riservato alla dispersione delle ceneri.

stata anche l’occasione per presentare il percorso realizzato per evidenziare ben 23 luoghi importanti nello sviluppo architettonico e storico del cimitero. Ogni punto di interesse è ora segnalato con un QR code leggibile con qualsiasi apposita app gratuita e per ciascuno è stato realizzato un foglio-guida con riportati i testi dei video, integrato con l’individuazione delle sepolture di alcune personalità corredate dalla relativa sintetica biografia. Il percorso si snoda sull’intera area cimiteriale e nasce dalla collaborazione tra la classe 4G dell’istituto “Paolini – Cassiano” e l’area Gestione Patrimonio-Servizi Cimiteriali di Area Blu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *