Fondo di solidarietà per gli agricoltori danneggiati da grandine, brinate, nubifragi e trombe d’aria

CIRCONDARIO DI IMOLA
Un fondo di Solidarietà Agrifidi di 33.000 euro a favore degli agricoltori colpiti da grandine e altri eventi atmosferici. La convenzione è stata siglata tra il Circondario imolese e Agrifidi Uno e annunciata ufficialmente ieri.

Il Fondo di solidarietà vale per le imprese agricole colpite dalle grandinate dell’aprile del 2017 e delle successive brinate, nubifragi o trombe d’aria. Complessivamente il contributo è finanziato per 23.200 euro da risorse dei Comuni e per 10.000 euro dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Le risorse sono finalizzate a contributi per l’abbattimento del tasso di interesse nella misura dell’1,5% e per la concessione di garanzie a fronte di finanziamenti per spese di conduzione o di investimento. Le imprese agricole hanno tempo fino al 30 novembre per presentare la domanda e le associazioni di categoria del settore compileranno le pratiche gratuitamente.

Potranno accedere al finanziamento le imprese agricole con sede nel Circondario imolese che hanno subito danni in misura superiore al 30% della produzione lorda vendibile. L’ammontare del finanziamento ammissibile non potrà essere inferiore a 6 mila euro e non superiore a 50 mila euro.

«È una convenzione importante realizzata con la partecipazione di tutti i Comuni del Circondario che, in senso solidaristico, hanno contributo alla costituzione del fondo – hanno evidenziato gli assessori all’Agricoltura Pierangelo Raffini di Imola e Annarita Muzzarelli di Castel San Pietro -. I danni per perdita di produzione che hanno subito le aziende agricole sono state ingenti e questo fondo è stato istituito proprio quale segno di sostegno verso un settore di grande valore per il nostro territorio. Attualmente non conosciamo quante aziende potranno fare domanda per il finanziamento a fronte delle 60 circa all’interno del perimetro di delimitazione indicato dalla Regione, per tale motivo, alla scadenza del termine di presentazione delle domande ci confronteremo per ragionare sulla possibilità di incremento del finanziamento concedibile o del periodo di concessione dell’abbattimento del tasso d’interesse. Obiettivo delle Amministrazioni del Circondario è infatti distribuire completamente le risorse messe a disposizione».

Nella foto: Fabio Gardenghi, presente per conto della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, Tiziano Melandri, presidente Agrifidi Uno Emilia Romagna, Pierangelo Raffini, assessore all’Agricoltura del Comune di Imola, Annarita Muzzarelli, assessore all’Agricoltura del Comune di Castel San Pietro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *