Futsal A2: Imola capolista solitaria

IMOLA
Tutto secondo copione alla palestra Cavina dove la capolista Ma Group ha vita facile contro Aosta (8-1). Partita a senso unico per l’evidente divario tecnico tra le opposte fazioni, tre punti che proiettano gli uomini di Vanni Pedrini al primo posto solitario nella classifica del girone A e concedono l’aritmetico pass qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia di serie A2 (11-13 marzo 2016).

Maglia a strisce verticali rosso e blu per i padroni di casa in campo con Juninho, Vignoli, Borges, Revert Cortés, Dalle Molle. Tenuta da gara completamente bianca per gli ospiti che schierano Boche, Calli, Lucianaz, De Lima, Carvalho. Occorrono soltanto sei minuti di studio alla Ma Group che, in avvio, confeziona due buone opportunità sull’asse Dalle Molle-Borges prima della lunga discesa pomeridiana. Vantaggio romagnolo siglato da Revert Cortés che, sugli sviluppi di una azione da calcio d’angolo, scaraventa un missile dalla distanza non trattenuto da Boche (1-0). Gli ospiti ci provano con Delgado e Carvalho, Juninho e Vignoli sventano le minacce. Ad un secondo dall’ottavo giro di lancette il capitano di casa approfitta di un clamoroso errore di Boche per servire a Castagna un cioccolatino da depositare nella porta sguarnita (2-0). L’estremo difensore valdostano si riabilita con Borges lanciato a rete poi capitola sul conseguente corner: il capocannoniere rossoblù serve Dalle Molle che da posizione angolata scarica nel sette (3-0). Il portiere di movimento avversario si trasforma in un clamoroso boomerang, Vignoli non perdona dalla propria metà campo con una chirurgica palombella (4-0). Piove sul bagnato per l’Aosta prima dell’intervallo con il cartellino rosso per proteste a Carvalho e la cinquina di Lopez Escobar illuminato dall’assist di Revert Cortés (5-0).

La trama non cambia nella ripresa con l’unica sbavatura imolese punita dal tiro ad incrociare del brasiliano De Lima (5-1). La timida retroguardia valdostana capitola in successione a causa di una scellerata applicazione dei cinque uomini d’attacco: Revert Cortés e Lopez Escobar calciano a porta sguarnita (7-1). Legni per lo spagnolo ex Levante e per il portiere Juninho ad un passo dalla marcatura diretta dalla propria area. Ultima cartuccia nel caricatore di Imola sparata al decimo del secondo tempo: bel fraseggio tra Barbieri e Lopez Escobar, l’iberico è da poker (8-1). Spazio all’intera rosa con gli ingressi in campo di Venturelli, Carpino, Conti e Scala, tutti da applausi per impegno e dedizione. Il successo esterno di Milano a Dosson (2-3) e l’affermazione casalinga del Real Arzignano sul Maran Nursia (4-3) regalano alla società del presidente Gubellini la vetta solitaria e, a meno tre giornate dal giro di boa, l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia di categoria. Sabato 28 novembre (ore 15) secondo viaggio stagionale in terra veneta ospiti del Carrè Chiuppano Altovicentino.

Ma Group – Aosta 8-1 (5-0)
Imola: Carpino, Scala, Barbieri, Conti, Lopez Escobar, Venturelli, Revert Cortés, Borges, Castagna, Vignoli, Dalle Molle, Juninho. All. Pedrini.
Aosta C511: Boche, Iurmanò, Calli, Tufano, Delgado, Rosa, Lucianaz, Lopez, Botteghin, De Lima, Carvalho, Fea. All. Rosa.
Gol: 6’30” Revert Cortés (Ma), 7’59” Castagna (Ma), 10’26” Dalle Molle (Ma), 13’24” Vignoli (Ma), 16’23” Lopez Escobar (Ma); 1’10” st De Lima (Ao), 2’57”st Revert Cortés (Ma), 9’22” st Lopez Escobar (Ma), 10’00” st Lopez Escobar (Ma).
Espulso: Carvalho (Ao).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *