Handbike: bel successo in autodromo

IMOLA
Grande successo per la tappa inaugurale del Giro d’Italia di Handbike, disputatasi all’autodromo Enzo e Dino Ferrari. Una settantina gli iscritti, che si sono sfidati sui 4.909 metri del circuito imolese, divisi nelle varie categorie a seconda dell’handicap.
Una tappa che si è rivelata molto impegnativa, a causa dell’importante dislivello del tracciato, e che ha messo a dura prova i partecipanti, chiamati a cimentarsi su un’ora di gara più 1 giro, per fortuna in condizioni meteo buone e con un vento che ha aiutato gli atleti nelle zone di piano.

Ad imporsi, conquistando così la prima Maglia Rosa assoluta, è stato il favorito della vigilia, il Campione d’Italia Diego Colombari. L’atleta della Polisportiva Passo ha percorso 39,2 km alla considerevole media di 31,285 km/h, compiendo otto giri della pista.
Alle sue spalle si è piazzato Walter Groppi, staccato di poco meno di sei minuti mentre in terza posizione ha concluso Claudio Conforti, battuto in volata proprio da Groppi. Quarto posto per Fatmir Kruezi, davanti a Stefano Girelli e Fabrizio Caselli. Questi sei corridori sono stati gli unici a transitare sotto lo striscione d’arrivo nello stesso giro del vincitore.

Sei le atlete donne al via, che si sono disimpegnate molto bene. La migliore è stata Silke Pan, che ha addirittura concluso la gara al 16esimo posto assoluto, staccata solo di un giro da Colombari.

Nel corso della giornata si è svolta la prima gara del Paracycling Italian Tour, con una ventina di atleti ai nastri di partenza. 14 i giri in programma con la vittoria decisa da un avvincente arrivo in volata. Ad imporsi è stato Michele Pittacolo, Campione del Mondo in carica nella categoria C4 e medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Londra 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *