Hera, i Telerimborsati ricorrono all’Antitrust

IMOLA
Il teleriscaldamento a Imola è troppo caro e le pratiche di vendita del servizio da parte di Hera sarebbero scorrette. Questo sostiene il comitato Telerimborsati, che ha analizzato le tabelle e i volantini diffusi dalla multiutility.

«Le tariffe del teleriscaldamento a Imola – spiega Massimo Bolognesi, il tecnico interpellato dal comitato, nato nell’estate 2014 e che oggi conta circa 150 aderenti – sono in media più care del 40 per cento rispetto a quelle del gas metano. Nelle tabelle comparative e nei volantini di Hera, invece, viene mostrato un risparmio che non corrisponde ai costi reali». Per questo, il comitato è pronto a presentare una istanza all’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Antitrust) per chiedere di verificare se Hera sta ricorrendo a «pratiche commerciali scorrette».

 L’obiettivo è ottenere la riduzione delle tariffe e il rimborso dell’eccesso pagato finora dagli utenti. Il comitato Telerimborsati presenterà i contenuti dell’esposto in un incontro pubblico, in programma per sabato 7 novembre, alle ore 16.30, nella galleria del centro cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *