I ladri tornano in Confartigianato, un furto nella notte tra martedì e mercoledì

CASTEL SAN PIETRO
Un altro furto con scasso nella filiale di Castel San Pietro di Confartigianato. Nella notte alcuni malviventi si sono introdotti nella sede e, armati di fiamma ossidrica, hanno aperto la cassaforte sottraendo 750 euro in contanti. Le modalità del furto ricalcano quelle adottate nella precedente intrusione, quella della notte tra il 10 e l’11 maggio scorso. L’ha reso noto Confartigianato stessa con un comunicato.

I ladri sono entrati scassinando una finestra sul retro, affacciata su un cortile aperto su via Mazzini, nel Borgo della città e, con l’aiuto di una fiamma ossidrica, hanno aperto la cassaforte. Cassaforte che, dopo il precedente furto, era stata rimontata solamente una settimana fa. Ai due colpi ravvicinati nella sede di Castel San Pietro si somma il furto, sempre a metà maggio, nella filiale di Pianoro.

“Per la terza volta in poche settimane le nostre sedi sono bersagliate dai ladri – dichiara Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana -, a Castel San Pietro è la seconda effrazione. Siamo di fatto uniti al disagio che i nostri associati vivono, su tutto il territorio metropolitano. Le istituzioni sono chiamate a trovare soluzioni a questa piaga dei furti nelle case e nelle aziende, basandosi su una realtà oggettiva. Si prenda atto che c’è il problema e che è un problema serio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *