I Mondiali Juniores di lotta greco romana di Mirco Minguzzi si fermano agli ottavi

IMOLA-TAMPERE
Si è fermata agli ottavi di finale l’avventura mondiale del lottatore imolese Mirco Minguzzi, fratello dell’olimpico Andrea medaglia d’oro a Pechino 2008.

Ieri a Tampere (Finlandia) Mirco, diciannovenne tesserato per l’Unione sportiva imolese lotta, ha vinto il primo incontro di lotta greco romana nella categoria di peso 74 chili contro il georgiano Beka Mamukashvili, già medaglia di bronzo agli Europei Juniores 2017 cui l’imolese non ha potuto partecipare per gli impegni scolastici con l’esame di maturità.

Agli ottavi di finale è invece stato fermato dall’uzbeko Jalgasbay Berdimuratov. Per l’imolese si trattava, comunque, di uno dei primi impegni agonistici internazionali con la nazionale italiana, della quel fa parte fra gli osservati per le olimpiadi di Tokyo 2020.

“Nonostante il mancato podio – è il commento del fratello che lo assiste negli allenamenti Andrea Minguzzi – è stata una buona prova per Mirco, che si è trovato di fronte avversari davvero forti e più preparati. Ha comunque vinto un incontro e può conservare questa esperienza per crescere ancora. Ha tempo e capacità”.

Nella foto: Mirco Minguzzi prima dell’incontro con l’uzbeko Berdimuratov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *