Il 31 “scade” il censimento dell’amianto

IMOLA
E’ giovedì 31 ottobre il termine ultimo per presentare agli sportelli comunali la modulistica autocompilata ai fini del censimento dell’amianto. In pratica chiunque sia proprietario di un immobile o amministratore di un condominio che presenti una copertura o altri manufatti in eternit (come ad esempio tettoie o pensiline) è tenuto a darne comunicazione al Comune, per arrivare poi successivamente alla rimozione o messa in sicurezza. Imola già dal 18 aprile scorso, con un’ordinanza del sindaco poi prorogata, ha disposto il censimento di tutto l’amianto presente negli immobili privati. I proprietari possono ritirare all’Informacittadino-Urp di via Appia oppure scaricare dal sito del Comune il modulo da compilare con i propri dati e la descrizione del tipo di manufatto presente nel loro stabile, eventualmente corredato da foto, da riconsegnare compilato e firmato all’Informacittadino-Urp entro il 31 ottobre. Successivamente, ogni proprietario avrà tempo fino al 30 aprile 2014 per presentare una relazione sulla valutazione del rischio redatta da un tecnico abilitato (ad esempio un geometra), che dovrà tenere conto dello stato di conservazione del materiale. Alla relazione andrà allegata una descrizione delle azioni che si intendono adottare e i tempi di realizzazione o in alternativa un modulo che certifica l’avvenuta rimozione del manufatto contenente amianto. Il dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl può attivare un servizio di raccolta gratuita a domicilio, per piccole quantità, sotto i 250 chili. La mancata osservanza dell’ordinanza può comportare sanzioni da un minimo di 25 euro a un massimo di 500. Per informazioni contattare l’Ausl allo 0542/604950 oppure lo Sportello unico per l’edilizia allo 0542/602275 dalle 12 alle 13 dal lunedì al giovedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *