Il dehors di Noi Giovani al Sziget di Budapest

IMOLA-BUDAPEST
E’ iniziato da qualche giorno “Sziget”, festival musical al quale partecipano centinaia di migliaia di giovani sull’isola alle porte di Budapest. E sul posto c’è anche un po’ di Imola: un gruppo di ragazzi dell’associazione Noi Giovani ha realizzato un dehors con pallet riciclati. Arturo, Cesare, Giovanni, Bruno e Cecilia, hanno montato la struttura che ora è meta di relax per i giovani accorsi al festival. Arturo, studente di architettura all’Università di Cesena, è entusiasta del lavoro fatto: “Siamo arrivati con molto tensione dovuta all’ambiente, all’importanza del festival, per fortuna una struttura simile era stata già montata durante la manifestazione Restart 3.0 lo scorso settembre (per la festa organizzata in occasione della pittura dei murales nel sottopassaggio della stazione ferroviaria, ndr)”. Al festival sono presenti anche altri gruppi di imolesi.

Noi Giovani per bocca di Cesare Bettini, direttore artistico di Restart, si dice “pronto a partecipare ad altri festival nel mondo per portare Imola e la sua creatività artistica a livello mondiale”.

In questi ultimi mesi, tra l’altro, si stanno intensificando i rapporti con Rfi (Rete ferroviaria italiana) per proseguire l’esperienza artistica anche all’interno delle stazione di Imola, che rientra nel progetto del Governo “500 stazioni”. “Il sogno – dice Vincenzo Rossi, presidente di Noi Giovani – è di creare insieme alle istituzioni locali un progetto per tutti i parchi della città, così da mettere a disposizione spazi per i tanti progettisti e artisti che vogliono mettere la loro creatività a servizio dell’intera comunità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *