Il Giro d’Italia 2018 farà tappa a Imola ricordando Adorni, delude un po’ la “bassimetria”

IMOLA
Dopo la presentazione ufficiale la scorsa settimana dell’edizione 101 del Giro d’Italia 2018 ora si spulcia il tracciato per individuare i punti più impegnativi. Ma il 17 maggio prossimo, la dodicesima tappa che arriverà a Imola dopo la partenza da Osimo, delude un po’ gli appassionati imolesi che speravano di vedere la bagarre del Giro 2015, quando, per capirci, si affrontarono per più giri le salite impegnative come Monte Albano, Prugno e Tre Monti. L’altimetria, o meglio la «bassimetria», della tappa 2018, prevede 213 km con due “brufoli” all’uscita di Ancona e della Siligata dopo Pesaro, seguiti dalla piattezza della via Emilia attraverso Rimini, Cesena, Forlì, Faenza e Imola, con un solo passaggio sui Tre Monti che cercheranno di fare selezione per evitare lo sprint a ranghi compatti in autodromo.

Il finale nel circuito sarà anche un omaggio a Vittorio Adorni che il 1° settembre 1968 vi conquistò la maglia iridata.

Nel 2015 ebbe molto gradimento anche la partenza della tappa successiva, perché i tifosi poterono vedere da vicino i loro beniamini e chiedere autografi o selfie mentre si recavano alla partenza in piazza Matteotti, provenendo da viale Dante dove erano parcheggiati i grandi motorhome delle squadre. L’anno prossimo, invece, ciclisti e team faranno subito le valigie dopo l’arrivo perché il giorno dopo la partenza sarà da Ferrara.

L’articolo completo è possibile leggerlo su “sabato sera” del 6 dicembre (Qui per abbonarsi, anche alla versione digitale).

Nella foto: l’altimetria della 12^ tappa che arriva a Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *