Il passante nord prossimo allo stop

OZZANO EMILIA
Brutte notizie per il Passante nord, che negli ultimi mesi ha raccolto pareri negativi importanti. Il progetto, avviato tra 2002 e 2003, è stato modificato sostanzialmente da Autostrade SpA nel 2011, arrivando ad una versione più corta ed impattante, che non soddisfa nessuno e ora sembra decisamente tramontato. “Prendiamo atto del fatto che anche i benefici attesi per il nostro territorio verranno meno – ha affermato il Sindaco Loretta Masotti -: l’opera avrebbe potuto alleggerire il traffico che si riversa su via Emilia e Stradelli Guelfi in caso di congestione autostradale”. C’era inoltre la speranza che con la realizzazione del Passante nord si portasse a compimento anche la complanare nord, un’altra opera che, nonostante le energie spesa dall’Amministrazione ozzanese e non solo, e i continui solleciti di cittadini e associazioni, sembra ad oggi senza reali prospettive. “L’opera è a carico di Anas ed è ancora prevista – dice il vicesindaco Luca Lelli -. Nel 2013 è stata inserita nel piano investimenti (costo previsto 19 milioni di euro, ndr), ciò significa che rientra nelle priorità, ma non abbiamo conferme rispetto alla tempistica”. Il problema, infatti, è quando e come saranno finanziati gli investimenti Anas dallo Stato.

Vecchio tracciato del passante nord

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *