Il prototipo che prevede le frane

BOLOGNA
C’era anche l’Istituto tecnico Alberghetti di Imola tra le quattro scuole che il 20 maggio hanno partecipato all’ottava “Giornata dei saperi tecnici. Fare impresa a scuola”, iniziativa promossa dalla Fondazione Aldini Valeriani per diffondere tra i giovani la cultura del saper fare e che in sette edizioni ha “prodotto” trenta idee d’impresa. Gli studenti della classe 5ªL, indirizzo Elettronica e Telecomunicazioni, hanno presentato un sistema di controllo e sorveglianza remoto per eventi atmosferici. “Il prototipo – spiega Maurizio Gubellini, insegnante di Tecnologie, disegno e progettazione, che ha coordinato il lavoro degli studenti assieme ai colleghi Massimo Amaducci e Franco Santandrea – permette di effettuare il controllo remoto di dati ambientali e consente di intervenire prima del verificarsi di eventi catastrofici. Si tratta in pratica di una centralina, alimentata con batterie fotovoltaiche, che rileva i dati ambientali inviati via radio da sensori che possono monitorare, ad esempio, il movimento del terreno, la fessurazione delle pareti di un edificio, il livello di corsi d’acqua o di falde, la piovosità, l’umidità, la temperatura e la pressione atmosferica. Quando i valori superano il livello di guardia la centralina emette un messaggio di allarme. I valori possono essere visualizzati da remoto su cellulare, tablet o pc, connes-si a Internet”.
Altri dettagli sul progetto, nell’articolo pubblicato sul settimanale “sabato sera” in edicola dal 5 giugno.

Studenti e docenti della classe 5ªL, indirizzo Elettronica e Telecomunicazioni, dell’Istituto tecnico Alberghetti, alla Giornata dei saperi tecnici; i ragazzi con il prototipo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *