Ima chiede la quotazione della controllata Gima TT in Borsa

OZZANO
L’Ima di Ozzano, tra i leader internazionali nel settore del packaging, ha chiesto la quotazione nel listino Mta (segmento Star) di Borsa Italiana per la controllata Gima TT, specializzata nel confezionamento di sigarette a rischio ridotto.
Gima TT è controllata al 70% dall’impresa della famiglia Vacchi e il controllo dovrebbe rimanere nella disponibilità della capogruppo anche successivamente alla quotazione.

BofA Merrill Lynch, Equita, Mediobanca e UniCredit agiranno come joint global coordinators e joint bookrunners. Equita agirà inoltre anche in veste di sponsor.

Ima ha fatturato nel 2016 1,3 miliardi di euro. Gima TT, fondata nel 2012, invece l’anno scorso ha realizzato ricavi per circa 100 milioni di euro e ha oltre 100 dipendenti. Tra i principali clienti di Gima TT c’è Philip Morris, che proprio nel bolognese ha avviato uno stabilimento per la produzione di sigarette a basso rischio, ossia quelle che non bruciano il tabacco.

Foto Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *