Imola festeggia il patrono San Cassiano con tre giorni di religione, cultura e divertimento

IMOLA
13 agosto, san Cassiano. La città celebra e festeggia il suo patrono, e lo fa con una serie di iniziative che uniscono l’aspetto religioso a quello ludico, ma anche quello riflessivo a quello culturale. Due, in particolare, sono i momenti di celebrazione della vita del santo, domenica, ma le iniziative iniziano già due giorni prima.

Venerdì 11 ci sono il mercatino dei piccoli e la gimkana ciclistica dei bambini, poi alle 21.15, nel chiostro di palazzo Monsignani, la Filarmonica imolese terrà un concerto con ingresso gratuito.

Sabato 12 torna la tradizionale biciclettata che arriverà al cippo di San Cassiano, in via Villa Clelia per poi tornare al duomo dove verrà sorteggiata una mountain bike tra i partecipanti. Al cippo, il vescovo benedirà i presenti e i ragazzi e le ragazze della compagnia teatrale della parrocchia di Croce Coperta intratterranno con una rappresentazione della vita di San Cassiano e delle vicende del luogo dove fu sepolto il martire imolese. Sempre sabato, alle 20.30, in cattedrale si celebreranno i primi vespri, e alle 21.15 nel chiostro di palazzo Monsignani si terrà il «Grande gioco dei santi e dei santini», una sorta di gioco dell’oca che porta alla scoperta delle chiese della diocesi imolese.

Domenica 13, come detto, spazio alle celebrazioni solenni. Alle 16, nel chiostro del palazzo Vescovile verrà poi inaugurata una mostra con l’esposizione di carrozze di gala e con banchetti di associazioni del territorio. Alle 17, dal sagrato della cattedrale, partirà un corteo storico in costume che arriverà alla Rocca sforzesca, dove si terranno esibizioni in costume, duelli e falconeria. La festa si conclude in serata, presso il chiostro di palazzo Monsignani, dove alle 21.15 la Corale Perosi diretta da Vito Baroncini, con la partecipazione della soprano Paola Cigna, darà vita ad un programma con brani di Verdi, Mozart, Strauss, Franck, Bizet e Morricone.

Nella foto: immagine della manifestazione del 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *