Imola posticipa la Tari

IMOLA
La Giunta imolese ha stabilito di differire la scadenza del pagamento della Tari (tassa sui rifiuti). La scadenza del pagamento della prima rata. in realtà, è stato già fissato per tutti i comuni del circondario al 31 luglio (invece del 30 giugno come previsto inizialmente) mentre per quanto riguarda la seconda rata la data ultima sarebbe il 16 dicembre 2014 (conguaglio finale al 30 giugno 2015). Imola, però, martedì scorso, ha deciso di posticiparla al 31 dicembre. La decisione è stata presa “considerato che le scadenze previste per la prima rata Tari, Tasi e Imu, sono molto ravvicinate e potevano creare difficoltà ai contribuenti e tenuto conto dei tempi necessari, segnalati dal gestore del servizio, per l’adeguamento dei sistemi informativi e l’inserimento delle nuove tariffe” dicono dal Comune. Comunque, per i pagamenti della Tari, nella nostra zona sarà compito di Hera Spa ricordarci la scadenza inviandoci le indicazioni per il pagamento con “bollettino o tramite Rid bancario”, assicurano dall’azienda multiservizi. Anche per il 2014, infatti, i Comuni del Circondario imolese hanno affidato ad Hera la gestione della Tari come “previsto dalla nuova normativa”. Sperando che non si creino i disguidi del 2013 (causa l’errore sui conteggi della differenziata Hera ha dovuto inviare nuovamente ai cittadini imolesi le bollette per i pagamenti della rata di fine anno, con conseguenti ritardi e disagi).
Nel frattempo, i contribuenti devono pensare alle ben più complicate e pressanti scadenze di Tasi e Imu, la cui prima rata va pagata entro il 16 giugno (a parte rari casi, vedi Dozza). Su “sabato sera” in edicola da giovedì 5 tutte le informazioni su chi deve pagare, quanto e come farlo.

Il logo di Hera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *