Imolese: cinquina, poker e… fiorentina

IMOLA
Uno spettacolo. Prima i tortelli, il tagliere e la fiorentina, poi la partita, terminata 4-0 per l’Imolese di Pagliuca, che ha infilato la quinta vittoria a fila. Poca storia in un campo parrocchiale (per dimensioni) e assai ventoso, con le reti di Tattini, Selleri (doppietta su punizione, una benedetta da zio Eolo) e Valim.

L’Imolese parte contro vento, con Lanzotti in porta, solita linea difensiva con Olivi e Bertoli abbracciati dai giovani laterali Zossi e Bonilla. Centrocampo solito con Mordini (arretrato), Selleri e Poesio e linea d’attacco con Tattini e Ferretti, coadiuvati dalla novità Badje (al posto di Carboni).

Sono i toscani ad iniziare colpendo un palo da fuori. Poi nel giro di pochi minuti arriva una traversa di Bonilla col portiere della Fortis fuori porta (un disastro di portiere), quindi un altro palo di Tattini. Ma è al 18’ che arriva la rete dello stesso Tattini su un rinvio sbagliato del portiere (tiro rasoterra). Poco dopo lo stesso attaccante imolese doc si mangia un gol sull’ennesima papera dell’estremo difensore. Ancora una bellissima azione di prima con un tiro di Poesio che termina fuori. Infine un gol annullato (pareva valido) per un fuorigioco di Ferretti.

Solo 1-0 al ritorno dagli spogliatoi, ma al 2’ un calcione sul petto di Ferretti fa sì che l’arbitro fermi la partita almeno per 4 minuti. L’argentino è costretto ad uscire dal campo con un sospetto problema allo sterno. L’Imolese inserisce Valim e sulla punizione conseguente al fallo su Ferretti arriva il gol di Selleri, che si ripete nel suo monologo al 28’. Solo un minuto d’attesa per il cross di Poesio e la palla solo da buttare dentro per Valim, di testa.

“Dobbiamo ancora lavorare tanto – dice Pagliuca a fine partita -. Certo non mi aspettavo un simile impatto, perché 5 partite a fila sono davvero tante. Dovevamo chiudere la partita nel primo tempo, ma il loro modulo non era quello che mi aspettavo e ci ha creato qualche problema in più. Invece dopo il vantaggio sono tornati al loro classico 4-3-1-2 e da lì in avanti li abbiamo schiacciati. Adesso speriamo che Ferretti non abbia complicazioni, non solo per il valore del giocatore, ma soprattutto per la persona. In ogni caso non voglio affrettare i recuperi, come quello di Rocco. Nell’Imolese ci sono altri attaccanti di cui mi fido molto come Lolli, Valim e Tattini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *