Imolese: un pari che sa di sconfitta

IMOLA
Un pareggio che sa di sconfitta clamorosa, in questo sabato di anticipo. Perché non riuscire a battere questo Mezzolara allo sbando, senza neppure l’allenatore, è una spia luminosa che avverte come nessun meccanismo stia funzionando nell’Imolese attuale. Continuano a spiegarci che è presto, che il campionato è lungo, ma una squadra che vuole provare a vincere il campionato, dopo 8 giornate non può avere questo cammino.

In una giornata splendida (solo come meteo, intendiamoci) l’Imolese sta praticamente sempre all’attacco, con Ferretti che al 13’ infila in rete un cioccolatino di Belcastro, ma è fuorigioco. Al 21’ c’è l’occasione della vita, Ferretti da solo davanti al portiere si mangia un gol incredibile, sparando alto da pochi metri. Un minuto dopo ancora il capitano argentino da posizione defilata tira in porta, ma il portiere la ribatte sul palo e la sfera finisce a Belcastro che in rovesciata volante la spedisce sulla traversa. Al 36’ ancora Belcastro liberato da Ferretti tira morbido tra le braccia del portiere.

Un triste 0-0 a metà partita? Mmh c’è da preoccuparsi. E infatti nella ripresa le occasioni calano a dismisura, fatto sta che Ferretti segna ancora ma è un’altra volta fuorigioco, mentre alla mezzora una punizione di Belcastro colpisce un altro palo. Insomma, non è giornata.

La formazione messa in campo da Gadda vedeva Mastropietro fra i pali, con la difesa a 4 formata da Galanti e Garattoni terzini e Torta con Garics centrali. Poi Scalini davanti alla difesa, Guatieri, Borrelli e Belcastro a centrocampo. Infine Ferretti e Tattini in avanti. Nella ripresa sono entrati Pellacani (al 11’ per Borrelli), Gavoci (al 18’ per Guatieri), Miotto (al 25’ per Scalini), e infine al 40’ Salvatori e Santiago Ferretti per Tattini e Galanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *