Incerto l’iter dell’ex Cognetex

IMOLA
Occorreranno forse settimane, per sapere se l’ex Cognetex diventerà “Cogne macchine tessili”. Nel frattempo il gruppo piemontese Sant’Andrea Novara, a cui fa capo l’azienda imolese, è stata ammesso dal tribunale di Novara alla procedura di concordato preventivo e dal 20 settembre le sue sorti sono in mano a un commissario giudiziale, il torinese Mario Leonardo Marta, che ora, come di prassi, dovrà valutare la fattibilità del concordato raccogliendo il parere dei creditori.
La notizia dell’ammissione dell’azienda al concordato preventivo ha sollevato le preoccupazioni e le proteste di lavoratori e sindacati novaresi, che il 7 ottobre hanno incrociato le braccia davanti ai cancelli dello stabilimento. Sia a Novara che a Imola, i sindacati attendono l’incontro imminente con il commissario, per chiarire i contenuti del piano presentato da Sant’Andrea. Piano in cui è stata inserita anche l’offerta della cordata imolese, che intende rilevare le attività dello stabilimento di via Selice. Notizia tratta dal settimanale “sabato sera”, in edicola da giovedì 17 ottobre.

Lo stabilimento di via Selice ove sono le residue attività dell’ex Cognetex (Isolapress)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *