Incidente in A14, lunghe code anche in via Selice, Emilia e San Carlo, situazione in parte migliorata

IMOLA-CASTEL SAN PIETRO
Da questa mattina la polizia municipale imolese e quella castellana sono state impegnate nel gestire la viabilità, nei tratti in particolare interessati dagli incolonnamenti causati dai mezzi usciti dal casello dell’A14 di Imola, causa il gravissimo incidente accaduto nel tratto fra Imola e il raccordo per Ravenna, in direzione sud.

La situazione era complicata soprattutto a Imola: tre le pattuglie al mattino e due nel pomeriggio. Auto e camion hanno finito per formare lunghi incolonnamenti sulla via Selice sia in ingresso che in uscita da Imola e lungo la via Emilia sia nel tratto verso Bologna sia in quello verso Faenza e lungo viale Marconi – circonvallazione nuova a Imola. Per consentire di creare delle pause agli incolonnamenti, i semafori presenti negli incroci lungo le suddette direttrici sono stati lasciati in funzione. Colonne anche lungo la San Carlo per i veicoli che uscivano a Castel San Pietro.

Attorno alle 13.30 la Protezione civile imolese, con 4 volontari, ha distribuito acqua agli automobilisti in coda sulla via Selice, che risultava la situazione più critica per quanto riguarda il traffico all’interno del territorio comunale. A metà pomeriggio la situazione in città è migliorata, grazie alla riapertura parziale della viabilità in A 14. Verso le 16.30 rimanevano code lungo la circonvallazione nuova e la via Emilia in direzione Faenza.

Proprio nel tratto di via Emilia in direzione Faenza, all’altezza del Toys, a metà pomeriggio quattro volontari dell Protezione civile hanno distribuito acqua agli automobilisti in coda.

Intanto in autostrada i vigili del fuoco hanno lavorato fino alle 15.30 per mettere in spegnere le fiamme e mettere in sicurezza il luogo dell’incidente. Alle ore 17 Autostrade comunicava che in direzione sud c’erano ancora 9 km di coda tra Castel San Pietro e la diramazione di Ravenna con il traffico che scorrreva su due corsie. Anche verso Bologna 4 km di coda tra Faenza e la diramazione per Ravenna, sempre su due corsie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *