Incidenti, Imola in controtendenza: più morti e più feriti

IMOLA-CASALFIUMANESE-OZZANO
Imola in controtendenza rispetto a tutti gli altri territori del bolognese per quanto riguarda l’incidentalità. E non si tratta di un dato positivo: nei primi sei mesi del 2017 a Imola sono stati registrati non solo più incidenti ma anche più decessi e feriti rispetto agli stessi mesi del 2016 .

A livello metropolitano, infatti, il report a cura dell’Ufficio di statistica della Città metropolitana di Bologna mostra un calo degli incidenti e dei feriti, ma al tempo stesso un aumento dei morti (+11) rispetto agli stessi sei mesi dello scorso anno.

A Imola, invece, sono aumentati sia gli incidenti (160 nei primi si mesi dell’anno, contro i 147 del 2016) sia i feriti (216 contro 197) e i morti (5 contro 1). Il numero dei sinistri è aumentato anche a Casalfiumanese (da 1 a 3) e a Ozzano (da 23 a 26).

Il dato complessivo metropolitano degli incidenti stradali si attesta sui 1.850, 105 in meno rispetto al primo semestre 2016. Il report comprende tutte le strade, autostrade, raccordi, statali, provinciali e comunali, ricadenti all’interno del territorio metropolitano.

“L’aumento importante del numero di decessi in questi primi sei mesi ci preoccupa – è il commento del consigliere metropolitano delegato alla Viabilità Marco Monesi -, anche perchè la tendenza dell’ultimo decennio era stata di segno opposto. Occorre quindi impegnarsi maggiormente”.

Nella foto: polizia e carabinieri (foto d’archivio). Per chi legge da www.sabatosera.it anche il dettaglio degli incidenti per tipologia di veicoli e vittime nei primi sei mesi del 2016 e del 2017 nella Città metropolitana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *