Junker identifica i rifiuti

IMOLA
Prima era solo Junker, un’idea imprenditoriale. Poi è divenuta un progetto. E visti i riconoscimenti ottenuti a vari concorsi, infine è diventata Giunko Srl, startup che si occupa di sistemi di identificazione di prodotti tramite codici a barre e di classificazione dei materiali.
Il team di Giunko è composto da quattro informatici: Benedetta De Santis, Giacomo Farneti, Massimo Marzocchi e Todor Petkov. “Al momento – spiega Benedetta – forniamo ad Hera il servizio di riconoscimento degli imballaggi nell’ambito della loro applicazione Rifiutologo, nonché l’utilizzo, tramite mobile, della libreria di riconoscimento automatico dei simboli della raccolta. La vera sfida è proprio quella di renderla fruibile tramite smartphone perché la potenza di elaborazione di qualsiasi supporto mobile è più lenta rispetto ad un pc”.

Il team di Giunko è composto da quattro informatici: Benedetta De Santis, Giacomo Farneti, Massimo Marzocchi e Todor Petkov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *