La 3elle punta tutto sulla 5elle

IMOLA
Si chiamerà 5elle la nuova società che dovrà salvare la cooperativa di serramenti imolese 3elle. Il progetto, presentato per la prima volta ai sindacati il 5 agosto, prevede la creazione di una newco che dovrebbe fare da “locomotiva”, così l’ha definita il presidente Tiziano Borghi, per quanto riguarda tutte le attività commer-ciali. In parallelo, l’organico della 3elle dovrà assottigliarsi. Dai 262 dipendenti attuali, tra le ipotesi presentate ai soci il 30 luglio c’è anche quella di una riduzione di oltre la metà. Numeri, però, che sono ancora in via di definizione. “Il mese di agosto ci servirà a perfezionare i dettagli – spiega il presidente -. Entro settembre contiamo di avere la strada già avviata”. In parallelo ieri è iniziato il confronto con i sindacati, determinati a “trovare soluzioni tese a dare massima copertura alla totalità dei lavoratori, attraverso l’utilizzo di tutti gli ammortizzatori sociali possibili e a disposizione, di natura conservativa”. I rappresentanti di Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil ritengono “necessario e indispensabile” il confronto del Tavolo regionale sulla crisi delle cooperative edili e della filiera. Chiedono inoltre un chiaro impegno del movimento cooperativo per “un progetto industriale del comparto di medio-lungo termine, attraverso processi aggregativi e che siano in grado di garantire continuità e futuro all’impresa e ai lavoratori”.
Altri particolari nell’articolo pubblicato sul settimanale “sabato sera” in edicola dal 7 agosto.

Lo stabilimento produttivo della “3elle”, lungo via Lasie a Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *