La mappa delle bici “verdi”

IMOLA
Arriveranno verso metà settembre le nuove biciclette verdi per il bike sharing. Saranno sia normali che a pedalata assistita e andranno a integrare quelle arancioni del progetto “Imola in bici”, nato nel 2005 soprattutto per i pendolari, come sistema di collegamento dai parcheggi verso il centro della città. Lo scopo delle nuove bici, 30 standard e 21 elettriche, è diverso, rappresentano una parte integrante della mobilità integrata regionale “Mi muovo”, che coinvolge tutti i servizi pubblici regionali di trasporto, dai treni agli autobus passando appunto per le due ruote, accessibili con un’unica carta prepagata.
Il primo stralcio del progetto, curato da Area Blu, comprende sette postazioni per le nuove bici verdi: Zolino (angolo via Tinti-via Giovannini), Pedagna est (via Fantini), Campanella (angolo via Cartesio-via Campanella), ospedale vecchio, stazione dei treni, sede di Area blu e via Emilia angolo via Marsala in centro storico. In verità sono già state individuate altre cinque postazioni, in particolare ospedale nuovo, Pedagna area A, Pedagna ovest, parco Acque Minerali e scuole Guicciardini. Ma queste verranno realizzate in un secondo momento. Le bici, come detto, si potranno ritirare dalle postazioni grazie alla carta prepagata “Mi muovo”. I costi sono gli stessi previsti nelle altre città della Regione nelle quali il servizio è già attivo. Il costo di iscrizione annuale è di 15 euro, poi vanno mesi in conto 5 euro per la carta “Mi muovo” e altrettanti come ricarica minima. Infatti la prima mezzora di spostamento con la bici è gratuita. Ovviamente, con la stessa tessera è possibile accedere alle bici presenti nelle altre città dell’Emilia Romagna. Per maggiori dettagli vedere il sito www.mimuovoinbici.it. E il “sabato sera” in edicola da oggi 5 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *