La nuova Varignana parte col parcheggio

VARIGNANA-CASTEL SAN PIETRO
Della riqualificazione del centro storico di Varignana se ne parla da anni. «Almeno una decina» precisa Mattia Scalorbi, 33 anni, eletto presidente della Consulta territoriale a marzo. Per il momento l’unica opera in programma è il nuovo parcheggio su via Villalunga, che dovrebbe nascere poco lontano dal cimitero, sulla sinistra della via di accesso principale al paesino. Il progetto è inserito nel Piano triennale dei lavori pubblici castellano e prevede una sessantina di posti auto.

La cifra accantonata dal Comune, grazie agli oneri di urbanizzazione derivanti dall’ampliamento della struttura ricettiva Palazzo di Varignana, si aggira sui 650 mila euro. L’Amministrazione, però, non dà tempi certi e non esclude di dover procedere per stralci. «Ci hanno assicurato che inizieranno il prossimo anno – dice Scalorbi -. Il progetto dovrà includere anche la realizzazione di un passaggio attraverso il vecchio Cassero, oggi abbandonato e ricoperto di edera, per raggiugere il centro storico che dista circa 200 metri. E’ un progetto cruciale perchè anticipa il resto della riqualificazione».

Scalorbi, che faceva parte anche della Consulta precedente, quindi segue la questione da tempo, precisa che «la riqualificazione include la risistemazione della piazza e l’ottimizzazione dei parcheggi oggi presenti, per avere più spazio libero». Un altro tassello è l’immobile delle ex scuole elementari e medie del paese. In passato il Comune fece un bando per l’alienazione ma andò a vuoto. «Oltre agli eventuali alloggi che si potranno ricavare per noi è comunque importante conservare degli spazi per i cittadini – spiega il giovane presidente -, in particolare quelli dove si riunisce la Consulta e dove allestiscono le mostre”

Ulteriori dettagli su “sabato sera” in edicola dal 5 novembre

Il paesino di Varignana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *