La serata dei Caschi d’oro a teatro

IMOLA
Il teatro Ebe Stignani ha fatto da degna cornice all’edizione 2013 dei Caschi d’Oro di Motosprint. L’incantevole scenario ha sorpreso Tom Sykes, campione del mondo della Superbike, che non ha nascosto il suo stupore per la calorosa accoglienza tributatagli dai tanti appassionati imolesi e dal sindaco Daniele Manca, che ha ribadito l’assoluta centralità dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari per la nostra città. Il ciarliero Sykes (un inglese tutt’altro che freddo e compassato) è stato premiato insieme ad altri campioni nella grande serata organizzata dal noto settimanale di motociclismo, di cui è direttore Stefano Saragoni (che ha diviso il microfono con la presentatrice Veronique Blasi), in collaborazione col Comune di Imola. Fra questi Antonio Cairoli, iridato del motocross classe Mx1, e nominato Top Rider 2013 da Motosprint, e Alex Salvini campione nell’Enduro; e poi Marco Melandri, il team manager imolese Fausto Gresini, il giovanissimo (appena 13 anni) Tony Arbolino, tricolore nella PreGp 125, che ha ricevuto il premio da Paolo Simoncelli, papà del compianto Marco. Ad animare la serata sul palco, si sono ritrovati insieme il team director della Yamaha Massimo Meregalli, quello della Suzuki Davide Brivio, l’ingegner Luigi Dall’Igna, appena passato dall’Aprilia alla Ducati e Livio Suppo, team principal della Honda, che ha ritirato il Casco d’Oro destinato a Marc Marquez, campione del mondo della MotoGp. Fra gli ospiti anche l’ex calciatore e ora commentatore di Sky Giancarlo Marocchi, e il pilota imolese Kevin Calia. Assenti illustri Valentino Rossi e il dottor Claudio Costa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *