L’app LocalJob premiata vola in Cile

IMOLA
E’ stata l’unica startup italiana selezionata dell’edizione 2015 di Startup Chile fra oltre 1.600 candidature provenienti da 25 diverse nazioni. Un bel risultato per SocialCities Srl, creatrice dell’applicazione LocalJob, con sede nell’incubatore di impresa imolese Innovami. LocalJob infatti è piaciuta talmente che SocialCities Srl è stata inserita fra le 90 aziende selezionate nell’ambito dell’iniziativa lanciata cinque anni fa dal governo cileno per supportare la crescita di nuove imprese sul suo territorio.

“Startup Chile – spiega Andrea Lugli, co-fondatore e amministratore delegato di LocalCities – investirà in LocalJob 20 milioni di pesos, pari a circa 35.000 dollari, oltre alla concessione del visto lavorativo di un anno e l’accesso ad una delle più importanti community di startup ed investitori del mondo. Ciò significa che il 22 giugno prossimo voleremo a Santiago per prendere parte al programma di sviluppo e affiancamento lungo 6 mesi con l’obiettivo primario di portare il nostro progetto nell’ecosistema cileno. Con la seconda fase, Start-Up Chile Scale potremo inoltre accedere ad un ulteriore round di finanziamento di circa 100.000 dollari, riservato alle società che dimostreranno di poter espandere il proprio business nell’intera America Latina”. In Cile si trasferirà tutto il team di SocialCities, formato dal Andrea Lugli, Riccardo Russo, Luca Cavina, l’unico imolese del gruppo, Alessandro Di Teodoro e Mariagrazia Cinti.

SocialCities, nata per gioco nel novembre 2012, si è costituita il 31 marzo 2014 come startup innovativa istituendo nel contempo la sede legale all’interno dell’incubatore di impresa Innovami in via Selice. LocalJob, l’applicazione sviluppata da SocialCities, facilita la ricerca di determinate professionalità, come idraulici, baby sitter o traduttori, in un’area ristretta alle dimensioni del vicinato.

Il team di SocialCities

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *