L’arte dei burattini

DOZZA
Se pensiamo ai burattini, pensiamo all’infanzia, e anche a un’infanzia lontana, quella dei nostri nonni, oppure a qualcosa si artistico, da ammirare. E’ invece viva e attuale la proposta di Luca Ronga, autore, regista e burattinaio che, sabato 19 ottobre alle 21, porta al teatro Comunale di Dozza il suo spettacolo Le Guarattelle di Pulcinella, uno spettacolo di teatro di figura rivolto agli adulti.
Termine cinquecentesco, Guarattelle indica l’arte dei burattini napoletani. Come scrive l’antropologo Ugo Vuoso, “Pulcinella burattino affonda le sue origini nei primordi di questa antica arte teatrale. Con diversi nomi è presente in moltissime aree geografiche e culture, in alcune di queste è grazie ai burattinai italiani che lo esportano. I burattini delle guarattelle portano con loro “una comicità che fa esplodere il carnevalesco e il corporeo in modo dirompente””.
Luca Ronga utilizza ancora la pivetta, uno strumento in filo e metallo che si pone nel palato per alterare la voce rendendola “chioccia”, di antica origine orientale. Le scene che propone sono brevi e animate, al protagonista si contrappone sempre un antagonista, nell’eterna lotta tra bene e male. Lo spettacolo è surreale e poetico, costruito con equivoci, fraintendimenti e situazioni assurde che strappano la risata.
Luca Ronga si è formato alla Scuola di Mimo Corporeo tenuta da Eugenio Ravo, poi si è diplomato all’Atelier delle Figure / Scuola per Burattinai di Cervia. Da dieci anni lavora e approfondisce le sue ricerche sul teatro dei burattini di tipo tradizionale: dalle guarattelle ai burattini della commedia dell’arte. I suoi attori di legno danzano, strepitano e si bastonano musicalmente, dal tipico teatrino dei burattini alle scene teatrali. I suoi spettacoli vengono riconosciuti e premiati dal panorama teatrale nazionale e internazionale.

Biglietti: intero 10 euro, ridotto 5. Info 347/5548522.

Il regista e burattinaio Luca Ronga in scena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *