L’assessore Raffini: “Per il Borghetto prendiamo spunto dal Mercato delle erbe di Bologna”

IMOLA
C’è anche il mercato coperto «Il Borghetto» tra gli ambiti di intervento del progetto Promozione e marketing del centro storico della Città di Imola, approvato dalla Giunta e condiviso con le associazioni di categoria, per realizzare il quale l’Amministrazione comunale spera di ottenere un finanziamento regionale. Complessivamente, si tratta di un progetto da 80 mila euro da realizzare tra il 2018 e il 2019 e molte delle azioni previste ricalcano quelle già finanziate negli anni passati, come il miglioramento della comunicazione digitale (15 mila euro), la promozione e la realizzazione di eventi (30 mila euro) e il censimento dei locali sfitti (10 mila euro). I restanti 25 mila euro, però, saranno dedicati appunto alla struttura di proprietà comunale posta tra viale Zappi e viale Rivalta dove sono ospitate parecchie attività commerciali.

«Durante i lavori in sala Miceti ho notato che “Il Borghetto” è formato da commercianti in gamba con una clientela fidelizzata – spiega l’assessore al Commercio, Pierangelo Raffini -. La mia idea sarebbe però quella di “aprirlo” di più alla cittadinanza, prendendo spunto dal “Mercato delle Erbe” di via Ugo Bassi a Bologna. Non solo vendita di prodotti quindi, ma anche punti di ristoro, la possibilità, magari, di collegarsi al wi-fi gratuito e orari di apertura più ampi, dalla colazione alla cena».

L’idea è prima di tutto analizzare i punti di forza e di debolezza per capire cosa si può realizzare concretamente e cosa chiede la cittadinanza. «Vorremmo avere qualche rendering per “dare l’idea” di come potrebbe essere possibile trasformare quello spazio e, quando pubblicheremo il nuovo bando per la locazione degli spazi, ci piacerebbe poter inserire alcuni criteri per riqualificare l’interno e ampliare il ventaglio delle attività in modo da renderlo un luogo di aggregazione».

Altri particolari sul “sabato sera” del 26 ottobre.

Nella foto: l’interno del «Borghetto»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *