L’associazione «Antichi mestieri» festeggia i vent’anni in tv su Rai1

MEDICINA
Candelai, fabbri, vasai e non solo. L’associazione «Antichi mestieri» di Medicina festeggia i vent’anni e conta oggi una cinquantina di iscritti, oltre ad un gruppo di giovani tamburini e sbandieratori, che impersonano, nelle piazze e nelle strade di buona parte d’Italia, alcune professioni e giochi dell’epoca medievale.

C’è chi nella vita “normale” fa l’autista e per l’associazione si trasforma in coniatore, chi fa il necroforo ma nelle vesti medievali diventa scalpellino oppure calzolaio e all’occorrenza cartaio, alcuni sono in pensione ma ancora «lavorano» come fabbri o templari. «Dopo tanti anni ci divertiamo come il primo giorno – spiega il presidente Rosario Guzzo, organizzatore e fotografo del gruppo – e, anzi, aggiungiamo sempre nuovi mestieri alla nostra lista».

Il gruppo da tempo ottiene anche ingaggi «fuori casa». Da Bubano a Castel del Rio, da Brisighella, a Bologna in occasione delle Felsinarie, e ancora più lontano Pescia, Monteveglio, Scarperia, fino a San Gimignano dove, per l’appunto, sabato 17 giugno sono stati filmati dalle telecamere di Rai1 per il programma «A sua immagine» che andrà in onda sabato 22 luglio alle ore 17.10.

Su “sabato sera” del 20 luglio l’articolo completo sull’associazione.

Nella foto: L’associazione «Antichi mestieri» di Medicina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *