Le stelle cadenti si guardano bevendo

FONTANELICE
Guardare le stelle e bere un buon bicchiere di vino ormai, si sa, è una tradizione immancabile del 10 agosto. E così, anche quest’anno, la notte di San Lorenzo si conferma “segnata” dall’appuntamento con i “Calici di stelle”, evento promosso dalle Città del vino italiane che porta a cercare le stelle cadenti in modo “enologico”. Nel nostro territorio, in particolare è Fontanelice a dedicare da anni il 10 agosto alle osservazioni astronomiche, alle degustazioni di vino e dei prodotti tipici e alla musica. Il Comune, insieme al Comitato I Sapori in Piazza che riunisce numerosi produttori del territorio di vino e non solo, organizza l’evento che vede sette cantine e otto aziende agrituristiche, associazioni, produttori di formaggi e osterie allestire i loro stand e le loro specialità lungo le vie del centro storico. A partire dalle 20, entrando dalla vecchia porta del castello in via Mengoni sarà possibile acquistare al costo di 9 euro un calice di cristallo che darà diritto a cinque degustazioni di vino e allo stesso costo si avrà l’opportunità di assaggiare i prodotti tipici tra formaggi, dolci e biscotti, piadina e salumi, miele e marmellate, persino carne alla brace e primi oltre all’immancabile piè fritta di Fontanelice. E mentre si delizia il palato un occhio sarà rivolto al cielo. Con l’associazione Astrofili Imolesi si potranno scrutare le stelle cadenti e sarà possibile farlo anche salendo sulla torre civica del museo Mengoni. All’interno dell’archivio-museo sarà visitabile la mostra “100-120-150 Pellegrino Artusi e l’unità italiana in cucina”, a cura di Casa Artusi Forlimpopoli. Non mancherà l’intrattenimento musicale, quest’anno affidato ai ritmi swing dell’Ukulele Trio di Christian Lisi.

“Calici di stelle” negli scorsi anni, a Fontanelice (foto Isolapress)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *