L’Ibc premia scuola e cultura in città

IMOLA
Il progetto “Imola express: un tour letterario e artistico tra Imola, Parigi e l’America latina” è tra i vincitori di “Io amo i beni culturali”, concorso di idee per la valorizzazione dei beni culturali. Giunto alla terza edizione, è promosso dall’Istituto per i beni culturali e dall’assessorato a Scuola, formazione professionale, università e ricerca, lavoro della Regione Emilia Romagna.
Nato dalla collaborazione tra l’Istituto comprensivo 7 di Imola, la Biblioteca-Archivio storico comunale e i Musei civici, “Imola express” si è classificato al 1° posto della sezione Archivi. Si tratta di un progetto teso a valorizzare Giuseppe ‘Cita’ Mazzini (Imola, 1873-1953), medico, giornalista e scrittore, che ha unito alla sua professione una profonda passione per i viaggi che lo hanno portato a girare il mondo e a soggiornare per diversi anni sia a Parigi che a Callao (Perù). La sua vita personale e professionale è ampiamente documentata dalle sue carte e fotografie e dai suoi libri che lo stesso Cita ha donato alla Città di Imola nel 1944. Al suo archivio e alla sua biblioteca personali si uniscono i tanti reperti archeologici ed etnografici che lo stesso Mazzini ha raccolto durante i diversi soggiorni nell’America latina (Perù e Cile in particolare) e che ha donato alla Città nel 1945.
Coinvolti nel progetto sono 10 classi dell’Istituto comprensivo 7 di Imola insieme a una classe del Liceo linguistico Rambaldi-Valeriani-Alessandro da Imola che lavoreranno per l’anno scolastico in corso sui documenti, libri e reperti di Cita Mazzini. Ogni classe elaborerà un prodotto che confluirà nella mostra finale che sarà allestita ai Musei civici di Imola il prossimo giugno. Si replica così il successo ottenuto con “La cultura in verde”, presentato dall’Istituto comprensivo 7 in collaborazione con l’Archivio storico comunale e i Musei civici Imola, tra i vincitori della seconda edizione del concorso, sempre nella sezione Archivi: un progetto che coinvolse ben 14 classi per un totale di 317 alunni dalla scuola materna e alla scuola secondaria di prima grado e che analizzò il Parco delle Acque minerali di Imola.

Parte della collezione di reperti americani donati da Cita Mazzini al Museo Scarabelli di Imola (foto Isolapress)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *