L’Imolese vince, vetta a 4 punti

IMOLA
Almeno questa si è vinta (3-1), dando anche spettacolo nel primo tempo. Al contrario del match col Mezzolara, i rossoblù di Gadda hanno segnato 3 gol ad uno Sporting Trestina di livello assai modesto e hanno tenuto il passo delle prime, col Fiorenzuola in vetta solitaria.

Senza gli infortunati Titone, Franchini, Garattoni e Miotto, l’Imolese ha sfoggiato un Belcastro sontuoso, soprattutto in zona assist, che avrebbe anche potuto segnare 3-4 gol, se avesse la potenza nel piede e non volesse sempre e solo piazzarla di precisione. Altri protagonisti di giornata un Valentini ovunque e un Ferretti in palla, ma voglioso soprattutto di far segnare i compagni.

L’elenco delle palle gol nei primi 45 minuti è infinito, basti dire che non sono meno di 7, compreso un sospetto rigore su Ferretti all’8’. Ma basta un giro di lancette per un recupero di Valentini a centrocampo che passa a Ferretti e quindi a Gavoci che, tutto solo, stavolta non sbaglia con un rasoterra. Altre due occasioni per Ferretti e una per Valentini prima del raddoppio. Al 33’ corner di Borrelli alla destra del portiere: Ferretti tira una bomba al volo, il portiere la devia sul palo e Belcastro la manda in rete.

Lo stesso Belcastro potrebbe farne altri due a cavallo tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo. Ma poi il match si addormenta e gli umbri sfruttano il momento per segnare con Villanova al 27’ con un pallonetto in contropiede. Palla al centro e l’Imolese in attacco va al cross con Valentini: stavolta ci pensa Vinagli a spedirla in autorete (28’). Sul 3-1 il Trestina potrebbe accorciare, ma Mastropietro è pronto. Ultimi sussulti per un’azione confusa che poteva anche essere rigore per l’Imolese, con una mano ospite dopo un batti e ribatti.

Gadda ha schierato Mastropietro in porta, poi la difesa a quattro coi terzini Boccadamo e Guatieri e i centrali Torta e Garics. Rombo a centrocampo con la punta arretrata Pellacani, le due mezzeali Valentini e Borrelli e il trequartista Belcastro. Infine Ferretti e Gavoci all’attacco. Nella ripesa sono subentrati Scalini (al 21’ per Gavoci), Salvatori (al 33’ per Pellacani) e Tattini (al 39’ per Belcastro, applauditissimo).

Circa 800 spettatori, con tanti bimbi del settore giovanile assieme ai genitori e qualche momento d’apprensione per un bimbo che si è infortunato in tribuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *