Lucchese ammoderna l’ex Cerim

MORDANO
Lo stabilimento ceramico ex Cerim (il vecchio nome aziendale oggi è solo un marchio commerciale) dall’1 gennaio 2014 passerà dalla Florim Ceramiche Spa alla Maker Srl, società di nuova costituzione interamente detenuta dal gruppo modenese di via Canaletto. In altre parole Claudio Lucchese, presidente e proprietario di Florim Ceramiche nonché presidente della Maker, cede l’ex Cerim a se stesso. Ma l’arcano è presto spiegato: l’operazione di scorporo è funzionale a rendere fattibile un corposo piano di investimenti che darà una nuova prospettiva produttiva alla storica azienda di via Selice.
Lo stabilimento mordanese attualmente produce grès porcellanato e bicottura da rivestimento. Le ragioni dell’operazione di scorporo avviata dalla proprietà stanno nella obsolescenza degli impianti e, quindi, nella necessità di sostituirli con tecnologie più evolute. Il piano di ammodernamento prevede l’installazione di una linea continua, del relativo forno e di macchinari accessori per la produzione e lavorazione di lastre di grandi e grandissimi formati (fino a tre metri). Notizia tratta dal settimanale “sabato sera” di Imola. L’intero servizio è pubblicato sul numero in edicola da giovedì 12 dicembre.

Lo stabilimento Florim Ceramiche di via Selice, a Mordano (Isolapress)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *