Lungosillaro, si tagliano alberi a rischio

CASTEL SAN PIETRO
Prosegue l’intervento, iniziato lo scorso anno, di riqualificazione del tratto del parco Lungo Sillaro compreso tra l’area giochi della Fonte Fegatella e le Terme a cura del Servizio Verde Pubblico comunale.

Quasi terminati i lavori per l’installazione dell’impianto di irrigazione a goccia che permetterà di innaffiare le nuove piante in maniera costante, senza spreco di acqua e con notevole risparmio, prenderà il via da oggi lunedì 16 la sostituzione dei primi otto pioppi nel parco. L’obiettivo è di eliminare gradualmente dalla zona termale gli alberi di questa specie, che fra l’altro presentano problemi fitosanitari di vario genere, per ridurre drasticamente l’abbondante produzione di semi (“piumini”), che sono causa di disturbi allergici e sono anche altamente infiammabili.

Nei giorni successivi sarà quindi la volta di altri sei pioppi nella zona della Bocciofila e di due al laghetto Scardovi pericolosamente inclinati. Per ogni pioppo abbattuto saranno piantati tre nuovi esemplari, di valore botanico ed estetico più elevato. Verranno infatti inserite specie come la “Gleditsia triacantus”, frassini nelle varietà “Autumn purple”, “Whestof’s glorie” e “Raywood”, Ulmus Sapporo “Autumn gold”, Celtis australis e altri ancora dalle interessanti colorazioni autunnali, e alcuni alberi che regaleranno copiose fioriture primaverili come “Pyrus calleriana”, “Malus” in varietà e “Cercis siliquastrum”.

In una seconda fase, si procederà alla sostituzione di dieci aceri in viale Terme, che sono ormai vetusti, presentano cavità importanti a livello del tronco e delle branche principali (come hanno evidenziato i rilevamenti dei tecnici comunali e i controlli da parte di uno studio agronomico) e risultano quindi potenzialmente pericolosi per il traffico e i pedoni. Al loro posto saranno piantati dieci aceri campestri “Queen Elizabeth”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *