Malattie croniche e rare, le novità per le esenzioni

IMOLA
«Ho firmato due esenzioni riferite a due donne che hanno portato un attestato di endometriosi, prima sarebbe stata una patologia non esentabile, invece dall’1 giugno possono seguire il percorso delle malattie croniche». Paola Dal Pozzo, medico dirigente del dipartimento Cure primarie, conferma con questo esempio l’entrata in vigore dall’1 giugno del nuovo elenco delle patologie croniche. In concreto significa che chi soffre di endometriosi ora ha diritto a visite ed esami gratuiti, ovviamente se riferiti alla patologia, mentre in precedenza avrebbe dovuto pagare il normale ticket. E’ uno degli effetti pratici della revisione dei Lea (Livelli essenziali di assistenza) approvata a inizio anno dal Governo. Le altre problematiche inserite nell’elenco di quelle croniche sono la broncopneumopatia cronico-ostruttiva (Bpco), l’osteomielite cronica, le patologie renali croniche, il rene policistico autosomico dominante e la sindrome da talidomide.

In totale le patologie croniche o invalidanti sono passate da 56 a 64. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sono considerati cronici i «problemi di salute che richiedono un trattamento continuo durante un periodo di tempo da anni a decadi». E vengono individuati in base alla gravità clinica, al grado di invalidità e all’onerosità della quota di partecipazione da parte della persona malata al costo del relativo trattamento.

I nuovi Lea hanno inserito nell’elenco delle malattie croniche anche alcune patologie finora classificate come rare: si tratta della celiachia, della sindrome di down, della sindrome di Klinefelter e delle connettiviti indifferenziate.

I nuovi Lea, inoltre, hanno spostato due patologie in precedenza registrate come croniche, ovvero la sclerosi sistemica progressiva e la miastenia grave, nell’elenco delle malattie rare.

Nella foto il Cup di Imola nella palazzina Saffi – ex Lolli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *