Medicina a Capodanno ha bruciato… la violenza contro le donne

MEDICINA
Capodanno particolare a Medicina. Come da tradizione è culminato con il rogo del vecchione, cioè di ciò che si vuole lasciare alle spalle per guardare al futuro con speranza. E quest’anno è toccato alla violenza contro le donne: “Il 2016 è stato anno bisestile e sempre per tradizione il vecchione è rappresentato dalla donna – spiega Amerigo Setti presidente della Pro Loco di Medicina – quest’anno, in accordo con l’Associazione “Per le Donne” e grazie al lavoro dei volontari Riccardo Benelli e Marisa Galli, è stata raffigurata una donna purtroppo vittima di violenza. Lasciare questa immagine all’anno vecchio vuole essere di buon auspicio affinché l’anno a venire non porti più violenza sulle donne”.

Ai piedi della “vecchia” è stato posto lo striscione fatto dagli studenti del liceo Giordano Bruno e dell’istituto Canedi in occasione della fiaccolata dell’8 marzo scorso contro la violenza sulle Donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *