Montecatone, il nuovo direttore designato è Mario Tubertini

IMOLA-CASTEL SAN PIETRO-AVIANO
Mario Tubertini ritornerà «a casa» per diventare il direttore generale di Montecatone, il centro di riabilitazione per le mielolesioni e le cerebrolesioni. La notizia arriva martedì 10 ottobre in occasione della conferenza stampa per la presentazione del nuovo consiglio di amministrazione della Spa pubblica entrato in carica a luglio. Il nome scelto di comune accordo dalla proprietà, l’Ausl di Imola che ha il 99,44% delle azioni e il Comune di Imola, che ha in tasca le rimanenti. «Arriverà presto, entro la fine dell’anno» hanno dichiarato il direttore generale dell’Azienda usl, Andrea Rossi, e il sindaco Daniele Manca. In verità «ci sono ancora da definire alcune parti relative al fronte previdenziale del contratto», ma per gli imolesi è cosa fatta.

Mario Tubertini, 61 anni, originario di Castel San Pietro, è stato prima direttore generale dell’Ausl di Imola poi vertice dell’Irst di Meldola. Da due anni dirige il Centro di riferimento oncologico (Cro) di Aviano, uno dei pochi Istituti di ricerca e cura a carattere scientifico (Ircss) riconosciuti dal ministero della Salute in ambito oncologico. In teoria avrebbe dovuto rimanere in Friuli fino alla fine dell’anno prossimo. Contattato telefonicamente conferma: «La proposta mi ha fatto piacere perché Montecatone è una bella struttura con grandi possibilità di sviluppo».

Insomma tra qualche mese arriverà a Montecatone, salvo colpi di scena e Inps permettendo, nell’attesa il suo ruolo sarà svolto da Roberto Pederzini, l’attuale direttore sanitario perché Augusto Cavina, che di Montecatone è stato il direttore generale per sei anni, negli ultimi tre mesi addirittura a titolo gratuito, lascerà il 18 ottobre.

Altri particolari e l’intervista ad Augusto Cavina (che racconterà del suo futuro nel volontariato in Madagascar) sul “sabato sera” in edicola da giovedì 12 ottobre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *