Municipale impegnata nei pattuglioni

IMOLA
Anche quest’anno gli agenti della Polizia Municipale di Imola hanno ampliato l’attività di controllo serale/notturna introducendo i cosiddetti pattuglioni notturni. A differenza di quanto accaduto nei servizi svolti negli anni precedenti, durante i quali i controlli erano mirati in specifico al mancato rispetto delle norme di comportamento previste dal Codice della Strada (guida sotto l’effetto di alcool o di sostanze stupefacenti), quest’anno gli agenti della polizia municipale, pur continuando i suddetti controlli, hanno voluto concentrare la loro attività su quei fenomeni di degrado urbano, segnalati dai cittadini, che generano insicurezza.

Le prime due serate di controllo ci sono state nella nottata di mercoledì 10 e di giovedì 11 agosto. Per quanto riguarda il centro storico sono state controllate vicolo Giudei, via Giovanni da Imola e via IX Febbraio, via Callegherie e via Macello. Fuori dal centro storico sono stati effettuati controlli nell’area del centro sociale La Tozzona, della stazione ferroviaria ed alcune aree verdi tra cui il Giardino Curti, il parco dell’Osservanza, fino a raggiungere poi il centro abitato di Ponticelli. Nell’arco di tutti i controlli effettuati sono state identificate alcune persone presenti sui luoghi, senza rilevare comunque particolari irregolarità.

Controllati anche 15 esercizi pubblici solitamente aperti fino a tarda ora. Si è provveduto alla verifica del possesso delle autorizzazioni necessarie da parte dei titolari degli esercizi trovati aperti, ma non è emersa alcuna irregolarità particolare, tranne un paio di diffide amministrative per mancata esposizione del menù esterno e degli orari di apertura e chiusura nei confronti di una attività di ristorazione controllata.

Ovviamente non sono mancati i controlli relativi alla circolazione stradale, durante i quali 19 conducenti sono stati sottoposti a controllo attraverso etilometro. Tra questi, sono state rilevate due infrazioni per guida in stato di ebbrezza alcolica. La prima ricade nell’ambito amministrativo (grado alcolico rilevato compreso tra 0,5 e 0,8 grammi per litro di sangue) e prevede una sanzione di 531 euro, la decurtazione di 10 punti sulla patente ed il ritiro della stessa al fine della sospensione da 3 a 6 mesi, mentre per la seconda è previsto il penale (grado alcolico superiore a 1,50 grammi per litro di sangue) che prevede l’informativa all’autorità giudiziaria, un’ammenda da 1500 a 6000 euro, la decurtazione di 10 punti ed il ritiro della patente al fine della sospensione da 1 anno a 2 anni.

Un pattugliane notturno a Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *