Municipio, nuovi colori sulla facciata

IMOLA
E’ stata ultimata la prima fase di restauro della facciata principale del palazzo comunale e da ieri è cominciata la rimozione del ponteggio. I lavori, iniziati in giugno, hanno interessato la parte centrale n corrispondenza dell’androne. In stretta collaborazione con la Soprintendenza ai Beni architettonici di Bologna, e con il sostanziale sostegno economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, i lavori hanno consentito di ritrovare i colori settecenteschi.

In particolare sono state riportate a nuovo splendore le cromie del portale realizzato dell’architetto Domenico Trifogli (1713). Particolare cura è stata riservata al restauro della Madonna con Bambino realizzata in marmo e alle due nicchie in cui sono dipinti i patroni della città. Nei prossimi giorni saranno riposizionati anche i candelabri originari, anch’essi restaurati, e gli scuroni in legno. Completata questa prima fase, occorrerà ora attendere il ritorno della bella stagione per ultimare i lavori sulle restanti parti della facciata. Fino ad allora, sulla facciata convivranno affiancati diverse tonalità di colore.

“Il restauro della facciata del Palazzo Comunale, realizzato grazie al contributo della Fondazione della Cassa di Risparmio di Imola, rappresenta un altro tassello importante della riqualificazione complessiva del nostro centro storico – ha commentato Roberto Visani, vice sindaco ed assessore ai Lavori pubblici -. Questo intervento rappresenta un esempio concreto di collaborazione e integrazione delle risorse fra pubblico e privato. Un centro storico più bello rappresenta certamente un elemento di attrattività che può generare ricadute significative anche per il nostro tessuto sociale ed economico”.

La facciata del municipio senza impalcatura e un particolare della porzione già restaurata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *