Mutares liquida l’ex Castelli-Haworth

BOLOGNA
Mutares chiude l’ex Castelli, poi Haworth Italia e oggi di proprietà della holding di investimento tedesca specializzata in ristrutturazioni aziendali. “In data odierna (13 dicembre, Ndr) – ha detto Maurizio Maurizzi, segretario generale della Fillea-Cgil di Bologna – siamo venuti a conoscenza telefonicamente dalla direzione aziendale del fatto che l’azienda Castelli di San Giovanni in Persiceto, con circa 200 dipendenti, è stata messa in liquidazione. Se così dovesse essere, rimaniamo in attesa della comunicazione formale e dell’avvio delle procedure di legge previste in questi casi. In questo caso l’azienda non avrebbe comunque rispettato il piano industriale presentato due anni fa e quanto concordato con le organizzazioni sindacali, con l’accordo siglato in Regione Emilia Romagna”.
La storica azienda produce arredi per ufficio. “Dopo la chiusura degli stabilimenti di Ozzano ed Imola – ha continuato Maurizzi – ora la proprietà ha deciso di chiudere definitivamente i battenti cessando anche l’attività nell’ultima sede del bolognese. Si tratta di un atto gravissimo e inaccettabile che non rispetta gli accordi sottoscritti per il rilancio dell’impresa. Non è pensabile, e non ci possiamo permettere – ha concluso il segretario Fillea-Cgil di Bologna -, di perdere un altro importante sito produttivo del nostro territorio”.
Per queste ragioni, lunedì 16 dicembre, le lavoratrici ed i lavoratori sciopereranno, con un presidio davanti ad Unindustria Bologna a partire dalle 15.30.

Lo stabilimento chiuso di via Bicocca, a Imola (Isolapress)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *