Nasce la più grande Coop di consumatori

EMILIA ROMAGNA
Per i soci o, per meglio dire, per i soci prestatori che hanno aperto un libretto all’interno del supermercato, potrebbe significare poter pagare la spesa con la propria carta tra Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino, Lombardia, Marche, Abruzzo, Puglia e Basilicata. E’ questo uno degli effetti della fusione tra tre grandi cooperative di consumatori del distretto adriatico: vale a dire Coop Adriatica, Coop Estense e Coop consumatori Nordest.

I tre Consigli di amministrazione, riunitisi il 20 marzo rispettivamente nelle loro sedi di Bologna, Modena e Reggio Emilia, hanno approvato, con voto unanime, una delibera di indirizzo che dà il via al progetto di fusione, i cui obiettivi e contenuti industriali e sociali saranno sottoposti, nei prossimi mesi, al vaglio delle assemblee dei soci delle cooperative stesse.

La nuova nata sarà un colosso da 4,2 miliardi di fatturato, potendo contare su 2 milioni e 600 mila soci fidelizzati, 334 punti-vendita (di cui 45 ipermercati), 19.700 dipendenti al netto delle società controllate e partecipate operanti nei settori finanziario ed assicurativo, del turismo, della comunicazione, delle librerie e dell’immobiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *