Nespole e corbezzoli… Eventi e ricette alla scoperta dei “Frutti dimenticati”

CASOLA VALSENIO
Chi ha mai sentito parlare di «frutti dimenticati»? Fanno parte di questa categoria, ad esempio, i corbezzoli, le nespole, le giuggiole, le pere volpine, le mele cotogne… Certamente meno noti delle più famose mele e banane. Casola Valsenio dedica proprio a loro, da ventisette anni, una festa che ritorna per due fine settimana sabato 7 e domenica 8, sabato 14 e domenica 15 ottobre.

Nelle quattro giornate sono in programma tantissimi appuntamenti, mostre ed esposizioni, escursioni, laboratori per bambini, visite guidate ed altri eventi culturali oltre agli immancabili stand gastronomici. L’attenzione è rivolta anche al recupero di antichi metodi di conservazione, lavorazione e consumo alimentare con un concorso di marmellate e uno di dolci al marrone, mentre i ristoranti della zona proporranno per tutto l’autunno la «Cucina ai frutti dimenticati» cioè piatti che utilizzano i prodotti tradizionali del territorio, sia seguendo la tradizioni sia attraverso rivisitazioni moderne.

Tra i tanti appuntamenti segnaliamo, sempre in piazza Sasdelli presso «Il giuggiolo», domenica 8 alle 16.30 la presentazione del libro «Fratelli nella notte» dello scrittore casolano Cristiano Cavina.

Da quest’anno, poi, la festa da Casola si allarga a tutto il territorio racchiuso nel Consorzio ConAmi, grazie alla società di promozione If Imola Faenza Tourism Company, con il concorso «L’indimenticabile. Frutti dimenticati sulle tavole dei ristoranti» dove otto locali saranno alle prese con un menù dedicato e un piatto da valutare. Il vincitore si esibirà in uno show cooking domenica 15 ottobre alle 16.30 in piazza Sasdelli sempre a Casola.

Su “sabato sera” in edicola del 5 ottobre anche alcune ricette di marmellate con i frutti dimenticati

Informazioni: www.proloco-casolavalsenio.blogspot.com o 0546/73033.

Nella foto: le sorbe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *