Nidi, la graduatoria si riapre

OZZANO EMILIA
Non è andata neanche male, considerata le premesse: il bando integrativo dell’Amministrazione ozzanese per il nido si è chiuso a metà ottobre lasciando una lista d’attesa di soli quattro bambini, contro i 21 rimasti dal primo bando, quello di giugno. La graduatoria è in realtà in divenire, visto che è integrabile durante l’anno per i bimbi che raggiungessero l’anno di età e il bando prevede come termine ultimo la data fissata dal Regolamento comunale al 28 febbraio 2014; entro questa data sarà possibile, quindi, presentare comunque domanda, confidando si liberino altri posti nel corso dell’anno. Un evento difficile ma non impossibile. Tutti gli eventuali inserimenti sono previsti ai nidi comunali La Culla e Fresu, appena ristrutturato dal Comune dopo la chiusura cautelativa del nido Bertuzzi nella zona dell’Olmatello (il Bertuzzi era stato ceduto al Comune in comodato d’uso gratuito, ma è oggi interessato della procedura fallimentare nei confronti della Dimafin di Raffaele Di Mario, proprietario appunto della struttura). Per i lavori di sistemazione del Fresu sono stati spesi circa 90 mila euro.

L’asilo nido Fresu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *