Novità contro l’Alzheimer, a Ozzano una ricerca triennale e “laboratori benessere” in regione

OZZANO-REGIONE EMILIA ROMAGNA
Grazie al Fondo Alzheimer 360° promosso da Amici di Casa Insieme e sostenuto da altre otto associazioni emiliano-romagnole e dalle donazioni, prende il via una ricerca triennale presso la Fondazione Iret Onlus di Ozzano Emilia e decine di “laboratori benessere” su tutto il territorio regionale.

Sono oltre 11mila ogni anno in Emilia-Romagna le nuove diagnosi di demenza senile e la malattia di Alzheimer è la forma più frequente, con una stima complessiva di 74mila persone malate e oltre 100mila coinvolte, se si considerano i familiari che se ne prendono cura. Non esiste una terapia in grado di guarire l’Alzheimer, che in futuro rischia di diventare una delle principali forme d’invalidità: gli 800mila i malati in Italia raddoppieranno entro il 2050 (dati Istat e Oms). Ora contro la malattia che ruba la mente, in Emilia Romagna esiste uno strumento in più.

La Fondazione Iret è un ente dedicato allo studio delle malattie degenerative del sistema nervoso centrale. La ricerca triennale che prende il via questo mese intende studiare il decorso della patologia anche prima che compaiano i sintomi, con l’obiettivo di ritardarla e contrastarne la progressione.

I “Laboratori benessere” invece lavorano sulla prevenzione facendo leva su alimentazione, attività fisica, cognitiva e socializzazione. I primi partiranno in autunno a Reggio Emilia e a Vignola in provincia di Modena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *