Nuova isola ecologica in via Montericco

IMOLA
“Per diminuire i costi della raccolta dei rifiuti e rimanere dentro i parametri europei della raccolta differenziata stiamo ragionando sull’opportunità di realizzare una nuova isola ecologica”. L’assessore all’Ambiente Davide Tronconi conferma la notizia data in anteprima dall’assessore al Bilancio, Antonio De Marco, durante la commissione consigliare del 2 aprile scorso. “Dai nostri riscontri – prosegue Tronconi – il porta a porta rischia di aumentare i costi a carico dei cittadini, anche se è vero che nella zona industriale questo tipo di raccolta si fa. Stiamo predisponendo un atto in cui individueremo gli strumenti a nostra disposizione per calmierare la Tari, aumentando nello stesso tempo la raccolta differenziata”. Una quadratura del cerchio difficile da raggiungere. Qui si inserisce l’idea della nuova stazione ecologica in via Montericco, al servizio degli abitanti dei quartieri Pedagna e Cappuccini, ma anche della frazione di Ponticelli, un bacino di circa 28 mila abitanti. La proposta riguarderebbe una stazione ecologica self service, simile a quella già esistente a Sesto Imolese, ma un po’ più grande, con accanto un centro di raccolta presidiato, facile da raggiungere in auto. I rifiuti non sarebbero a vista, ma chiusi in cassoni. “Siamo ancora molto indietro – ammette Tronconi – abbiamo tempo ancora tutto quest’anno. Nel 2014 abbiamo lavorato per il contenimento della Tari. Nel 2015 l’abbiamo diminuita, mentre il trend in regione prevede un aumento generale”. Tempi lunghi, quindi, anche perché al momento non si sa ancora se a finanziare il progetto sarà Hera né quanto costerà l’investimento.

Altri dettagli nell’articolo pubblicato sul settimanale “sabato sera” in edicola da giovedì 9 aprile.

La stazione ecologica in via Lasie a Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *