Nuove assunzioni a Castello, Bio-on cerca biologi e chimici e farà le selezioni in municipio

CASTEL SAN PIETRO-GAIANA
«Fap Investments realizzerà una nuova struttura produttivo-logistica per Decathlon, che ha bisogno di spazi più ampi e prevede un aumento di circa 40 posti. Bio-on, attraverso il recupero funzionale dello stabilimento produttivo ex-Granarolo creerà ex novo circa 30 nuovi posti di lavoro» nella frazione di Gaiana. Ad annunciarlo è il sindaco castellano Fausto Tinti che ricorda così due importanti investimenti economici che promettono di portare nuova linfa all’economica del territorio. In particolare Bio-on prevede di assumere circa 40 persone figure con un background in biologia, chimica e fisica, da affiancare ad addetti alla produzione. Per le selezioni, che inizieranno dopo l’estate, l’Amministrazione metterà a disposizione una sala all’interno del municipio.

Il sindaco Tinti rivendica il buon lavoro svolto dagli uffici comunali per riuscire a dare risposte in tempi brevi agli imprenditori. “Nel caso di Fap/Decathlon in soli sei mesi l’Amministrazione comunale ha concluso l’iter: la richiesta dell’azienda era del 16 novembre 2016, il 15 giugno è stata approvata la convenzione in Consiglio Comunale e nei giorni successivi sono subito iniziati i lavori per il nuovo stabilimento. Anche la richiesta di Bio-on è stata soddisfatta in quattro mesi, con un permesso in deroga per interesse pubblico, trattandosi di nuovi posti lavoro e tutela dell’ambiente. Questa operazione ha un ulteriore valore, in quanto viene riutilizzato l’impianto dismesso della Granarolo a Gaiana”. L’inizio della produzione in quest’ultimo caso è prevista per la prima metà del 2018 in quello che rappresenta il primo impianto della nuova unità produttiva Bio-on Plants dedicato alla produzione di bioplastica.

Il nuovo insediamento Decathlon invece nasce dalla necessità di avere a disposizione spazi più ampi per gestire i futuri bisogni aziendali: nei prossimi cinque anni infatti è prevista l’apertura di 10 nuovi punti vendita con un aumento del 60 per cento dei prodotti da trattare nel sito castellano e del 30 per cento del personale. Il nuovo insediamento sarà costituito da una parte deposito e una parte produttiva incentrata su attività di servizio, riparazione, adeguamento dei prodotti.

Inoltre, nelle due convenzioni produttive sono stati inseriti degli interventi di manutenzione straordinaria ad alcuni impianti sportivi pubblici: la convenzione Decathlon consentirà di riqualificare i campi di calcio a 5 del Casatorre in viale Terme e quella Bio-On di sistemare i campi di calcio sempre del Casatorre e la pista polivalente di Poggio.

Nella foto: il ministro Gian Luca galletti, Marco Astorri, presidente e amministratore delegato di Bio-On, e il sindaco Fausto Tinti durante la posa della prima pietra del nuovo stabilimento il 21 marzo scorso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *