Nuovi binari e marciapiedi in stazione

IMOLA-CASTEL SAN PIETRO
Binari aggiuntivi, marciapiedi più alti e altri monitor dove poter leggere gli orari dei treni in arrivo e in partenza. Per quanto ci riguarda da vicino, in particolare per le stazioni di Imola e Castel San Pietro, nei prossimi due o tre anni saranno questi gli interventi che realizzerà Rete ferroviaria italiana (Rfi). Si tratta di opere che rientrano nel pacchetto da 120 milioni di euro finalizzato a potenziare la direttrice Adriatica tra Bologna e Bari e a ridurre i tempi di percorrenza di Frecce, intercity e pure, seppur in misura più limitata, dei regionali veloci. Ad esempio con un treno Frecciabianca sarà possibile raggiungere Rimini da Bologna in 44 minuti, cioè otto in meno di quanti se ne impiegano adesso.

Oltre a consentire ai treni di viaggiare a velocità più elevata, i lavori serviranno per “aumentare la capacità di traffico della linea con potenziamenti infrastrutturali in grado di ridurre le interferenze fra treni veloci e treni con molte fermate intermedie e quindi di aumentare la puntualità di entrambi i servizi” fanno sapere da Rfi. Tradotto, binari aggiuntivi per far sì che le lunghe fermate nelle stazioni dei treni dei pendolari per dare la precedenza ad una Freccia siano solo un ricordo (almeno si spera).

Nel nostro territorio gli interventi previsti tra il 2016 e il 2017 riguarderanno soltanto le stazioni di Imola e Castel San Pietro. A Imola, ad esempio, verrà attrezzato per la fermata, ovvero per la discesa o salita dei viaggiatori anche il binario 4, finora utilizzato solo dai treni merci. A Castello, invece, verrà realizzato un nuovi binario a lato del fabbricato della stazione in direzione mare e vi si potrà accedere passando dal binario 1.

Altri dettagli sui lavori previsti sul “sabato sera” in edicola dal 5 novembre

La stazione dei treni di Imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *