Osservanza, demoliti alcuni fabbricati

IMOLA
Chi nei giorni scorsi si sia trovato a percorrere la pista ciclabile che collega il parcheggio delle scuole Rodari all’ortomercato avrà sicuramente notato una ruspa intenta a demolire alcuni fabbricati fatiscenti all’interno del complesso dell’Osservanza. Nel dettaglio, si tratta di un paio di magazzini un tempo usati come deposito di frutta e verdura, che si trovano a fianco dell’AltroCaffè, e due immobili vicini dell’ingresso storico di via Venturini, ossia il locale lavanderie e l’annessa centrale termica, tutti fabbricati per i quali “abbiamo già ottenuto l’autorizzazione ad intervenire da parte della Soprintendenza” precisa Stefano Manara, presidente di Conami, il consorzio che detiene l’80 per cento della società Osservanza Srl (il restante 20 per cento è del Comune di Imola).

Terminate le demolizioni, in maggio partirà l’intervento di riqualificazione del parco che comprende sia il completamento dei sottoservizi (in particolare teleriscaldamento e fibra ottica), sia la sistemazione del verde, compresi viali, illuminazione e arredi. Un pacchetto da 2 milioni 800 mila euro, finanziati dalla Regione, che a fine marzo si è aggiudicato tramite gara la coop. borghigiana Cims che ha proposto un ribasso del 28,69 per cento (Iva e oneri per la sicurezza esclusi). “Vogliamo completare l’intervento entro la fine dell’estate” conclude Manara.

La demolizione di alcuni fabbricati fatiscenti all’Osservanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *