Pedalando per… Mirandola

IMOLA-MIRANDOLA
Duemila euro. A tanto ammonta l’assegno che l’associazione di volontariato “Pedalando per Sao Bernardo”, sostenuta da Confartigianato Assimprese e Bcc Ravennate Imolese, ha donato, venerdì 18 ottobre, per il restauro della Madonna dell’Oratorio di Mirandola, colpito dal terremoto del 2012. Altri 2 mila euro sono stati destinati alla missione fondata da padre Leo Commissari in Brasile. Come ogni anno l’associazione ha organizzato una cena alla parrocchia di Mezzocolle, per ripercorrere insieme le tappe dell’ultimo “ciclopellegrinaggio”, che si è svolto in giugno nelle Dolomiti e, nell’occasione, sono stati consegnati i quattromila euro raccolti durante l’iniziativa sportiva, che ha lo scopo di raccogliere fondi e di portare testimonianza di quanto si sta facendo nella favela di San Paolo. A ritirarli, per la missione di Sao Bernardo, c’era Gian Paolo Commissari, nipote di don Leo, mentre per Mirandola era presente Ivo Panzani, un nuovo “ciclopellegrino” che, dal comune modenese, si è unito al gruppo ciclistico imolese. “Non volevamo interrompere il rapporto con l’Emilia – ha detto il presidente dei ciclopellegrini, Paolo Versari – e destinare parte della somma raccolta al restauro della statua della Madonna dell’Oratorio di Mirandola ha riempito tutti di gioia”. Per il 2013 l’associazione non ha ancora deciso la meta del pellegrinaggio, ma sta prendendo quota l’idea di pedalare in Toscana.

Versari e Commissari, Panzani e Versari (foto di Mauro Monti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *