Per rompere il silenzio di mafia

IMOLA
Stasera sabato 12 ottobre Dino Petralia, procuratore aggiunto alla Dda di Palermo ed ex consigliere del Csm, sarà a Imola per partecipare all’incontro “Per rompere il silenzio”, organizzato dall’associazione Libera. L’iniziativa vuol ricordare il magistrato Alberto Giacomelli, già presidente di sezione del tribunale di Trapani, assassinato dalla mafia nel 1988, a cui è intitolato il presidio di Libera del circondario imolese. Saranno presenti anche il giornalista de Il Fatto quotidiano Rino Giacalone, la coordinatrice di Libera per i familiari delle vittime di mafia per il Nord Italia, Margherita Asta, e il sindaco di Imola Daniele Manca.
Tra gli ultimi casi seguiti dal procuratore Petralia, l’indagine sugli appalti del Comune di Mazara del Vallo, quando sindaco era Giorgio Macaddino, sedici gli indagati tra politici, funzionari pubblici, professionisti. I reati contestati sono quelli di abuso, falso e violazione delle norme della tutela ambientale.
Nel corso della serata di sabato sarà possibile iscriversi o rinnovare la propria iscrizione a Libera e acquistare i prodotti di Libera Terra e i gadget. L’appuntamento è le ore 21, alla sala San Rocco (chiesa di Valverde), in via Valeriani 19.

Il magistrato Alberto Giacomelli, a cui è intitolato il presidio di Libera del circondario imolese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *